Home

Blog dedicato all’insegnamento di Letteratura latina per il Corso di Laurea in Lettere e Beni Culturali.
Il corso di Letteratura latina per l’anno accademico 2017-2018 avrà inizio martedì 6 marzo 2018 alle ore 11 nell’aula Alcaro.
Le lezioni avranno luogo nei giorni di lunedì (ore 15-17), martedì (ore 11-13), mercoledì (ore 11-13) sempre nell’aula Alcaro (cubo 28B II piano).
Il corso monografico avrà ad oggetto “La prima linea della poesia lirica di età augustea: introduzione all’opera di Orazio, Proprio, Tibullo”.

Bacheca avvisi

Programma

Il corso di quest’anno avrà ad oggetto “La prima linea della poesia lirica di età augustea. Un’introduzione all’opera di Orazio, Tibullo e Properzio”.
Le edizioni critiche di riferimento saranno:
per Orazio quella di Klingner, recentemente ripubblicata da De Gruyter, 2011;
per Properzio quella di Paolo Fedeli, Teubner 1984;
per Tibullo quella di G. Luck, Teubner 1998.

Sarà verificata in sede d’esame  la conoscenza della storia della letteratura latina dalle origini all’età tardoantica.

Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante il corso e compariranno di volta in volta in aggiornamento del sito.

Come strumenti d’accompagnamento allo studio della Letteratura latina si consigliano anche:
1) Per la metrica: L. Ceccarelli, Prosodia e metrica latina classica con cenni di metrica greca, Società editrice Dante Alighieri o S. Boldrini, Fondamenti di prosodia e metrica latina, Carocci.
2) Per la retorica, H. Lausberg, Elementi di retorica, Il Mulino o B. Mortara Garavelli, Manuale di retorica, Bompiani.

I biennalisti sostituiranno lo studio del manuale di Storia della letteratura latina con la lettura di un’ulteriore quota di versi, che saranno indicati durante il corso.

Materiali

Il 6 marzo 2018 si è svolta la prima lezione del corso: è stato illustrato il programma relativamente alla parte generale e alla parte monografica. Sono stati passati in rassegna i principali sussidi manualistici per lo studio della disciplina, i cui principali riferimenti biliografici si trovano ora nella sezione dedicata al programma; è stata esposta la modalità di svogimento dell’esame che consisterà di tre passaggi: la verifica della conoscenza della storia della letteratura latina, la verifica del grado di competenza linguistica attraverso la traduzione all’impronta di un brevissimo passo, la verifica delle conoscenze relative al corso monografico con lettura metrica, traduzione e commento dei passi letti e commentati nelle ore di lezione. In alternativa alla lettura metrica è possibile scandire uno o più versi identificando i piedi, le sedi ictate, le cesure e i principali fenomeni di fonosintassi. Nel corso della lezione sono stati elencati i manuali di Storia della letteratura latina da adoperare per la preparazione dell’esame. Si è affrontato il tema della storiografia letteraria introducendo alcuni elementi della riflessione teorica sull’argomento, con particolare riferimento a H. R. Jauss, Storia della letteratura come provocazione, Bollati Boringhieri 2016.

Temi della lezione del 7 marzo 2018:
Definizione del genere lirico nella cultura letteraria moderna e in quella antica. Origini del Gedichtbuch. Il ruolo della performance nella poesia lirica, nell’elegia e nella poesia giambica greche antiche. Le origini della poesia lirica latina. Licinio Calvo, i poetae novi, Catullo. Bibliografia citata: B. Gentili, Poesia e pubblico nella Grecia antica, Milano, Feltrinelli, 2006 (edizione aggiornata); la voce “Lirica” dell’Enciclopedia Feltrinelli Fischer curata da Fernando Bandini; P. A. Miller, Lyric texts and Lyric consciousness, Routledge, London New York, 1994.

Orario delle lezioni

Lunedì ore 17-19 aula Alcaro
Martedì ore 11-13 aula Alcaro
Mercoledì ore 11-13 aula Alcaro